Monday, June 27, 2016

LA CHIESA DI SCIENTOLOGY FINANZIA UNA CAMPAGNA A LIVELLO INTERNAZIONALE IN FAVORE DEI DIRITTI UMANI


26 giugno - Giornata internazionale di supporto alle vittime di tortura

http://it.humanrights.com/what-are-human-rights/videos/no-torture.html

 


Fin dalle sue prime ricerche sulla mente e sullo spirito l’autore, umanitario e Fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, mise l’accento sul fatto che libertà e miglioramento spirituale sono mete irraggiungibili per coloro ai quali vengono negati i diritti umani più fondamentali. L'impegno in favore dei Diritti Umani, come sanciti dalla Dichiarazione Universale, è un impegno quotidiano per ogni Scientologist. La Chiesa di Scientology finanzia una delle più grandi campagne non-governative a livello internazionale: 30annunci-per30diritti, l'opuscolo e il documentario La Storia dei Diritti Umani, l'opuscolo Che cosa sono i Diritti Umani, un Centro Servizi online disponibili per chiunque ovunque.
  

Nel 1997 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, su raccomandazione del Consiglio Economico e Sociale, ha proclamato il 26 giugno Giornata internazionale in supporto alle vittime di tortura con Risoluzione 52/149. La finalità è quella di sradicare la tortura e favorire l'efficace funzionamento della Convenzione contro la tortura ed altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti del 1984. Nella Convenzione, all’art.1, la tortura è definita:
“qualsiasi atto mediante il quale sono intenzionalmente inflitti ad una persona dolore o sofferenze forti, fisiche o mentali, al fine segnatamente di ottenere da essa o da una terza persona informazioni o confessioni, di punirla per un atto che essa o una terza persona ha commesso o è sospettata aver commesso, di intimorirla o di far pressione su di lei o di intimorire o di far pressione su una terza persona, o per qualsiasi altro motivo fondato su qualsiasi forma di discriminazione, qualora tale dolore o sofferenze siano inflitte da un agente della funzione pubblica o da ogni altra persona che agisca a titolo ufficiale, o su sua istigazione, o con il suo consenso espresso o tacito.”