Skip to main content

Gioventú per i Diritti Umani

Alcuni Rappresentanti di Youth for Human Rights International - tra cui Valentina Canu


Festival del Film sui Diritti Umani per Giovani a Hollywood
Una giovane di Lecco rappresenta l’Italia
al Summit Internazionale di
“Gioventú per i Diritti Umani”

Grande successo per il Primo Festival del Film sui Diritti Umani per Giovani riservato a ragazzi dai 10 ai 20 anni, tenutosi nel cuore di Hollywood presso la prestigiosa “Los Angeles Film School”. Il Festival ha aperto ufficialmente il Summit Internazionale di “Gioventú per i Diritti Umani” che si è tenuto nella cittá californiana, con oltre 30 rappresentanti da 26 nazioni dei cinque continenti, inclusa la rappresentante italiana, la diciassettenne Valentina Canu, di Lecco.

Il festival, che ha ricevuto pellicole da paesi cosí diversi quali Uganda, Svizzera, Turchia, Canada, Sud Africa ed altri ancora, é stato aperto con uno speciale workshop sugli elementi fondamentali del cinema, tenuto da famosi professionisti e artisti di Hollywood, tra i quali gli attori e registi Joey Travolta, Michael Cory Davis, Austin Smithard, Taron Lexton, e la veterana casting director Lisa London.
Il festival e’ stato vinto da “Miseducation”, un breve film proveniente dal Sud Africa e diretto dalla 18enne Nadine Angel Cloete. La pellicola si basa sull’articolo 26 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il diritto all’educazione, ed e’ la storia di un gruppo di studenti di una scuola superiore di Citta’ del Capo che trovano il modo di risolvere il problema delle gang e della droga nella loro scuola che stavano impedendo la loro istruzione.
“Qualsiasi violazione dei diritti umani e’ inaccettabile nella nostra societa’,” ha dichiarato Valentina Canu, “e non dovremmo rendercene conto solo in casi tristemente e brutalmente ovvi. Anche la discriminazione dello stile di vita di un altro, e’ un esempio di violazione, che, purtroppo vedo ancora troppo spesso nel mio paese. Ritengo che la maggior ‘colpa’ sia da attribuire all’ignoranza, la verita’ e’ che la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani dovrebbe essere conosciuta ed applicata, ed io mi impegnero’ affinche’ lo sia. Il messaggio di “Gioventu’ per i Diritti Umani e’ potente e puo’ portare giovani ed adulti a pensare e a cambiare il loro atteggiamento nei confronti del prossimo e vivere una vita migliore per tutti.”
Il Festival e’ stato inspirato da un fenomeno senza precedenti, UNITED, un video musicale sui diritti umani che ha letteralmente catturato l’attenzione di film festival di tutto il mondo, vincendo i principali premi e lasciando di stucco il pubblico con il suo potente messaggio sui diritti umani. La pellicola e’ adesso diventata uno dei principali contendenti per le nomination dell’Academy Award 2006. L’eta’ del suo regista, Taron Lexton? 19 anni.
Lexton si e’ diplomato alla Los Angeles Film School e si e’ sempre occupato di diritti umani, essendo il figlio di Mary Shuttleworth, che dirige il movimento di Youth for Human Rights (Gioventu’ per i Diritti Umani). UNITED e’ stato realmente un progetto congiunto tra madre e figlio, ed e’ adesso una parte essenziale della campagna di educazione ai diritti umani Youth for Human Rights. In pochi mesi ha creato un tale interesse che King Osamarimba del Ghana ha definito “UNITED e’ certamente uno dei piu’ importanti film sui diritti umani dell’ultimo decennio.”
Organizzato congiuntamente dal Dipartimento dei Diritti Umani della Chiesa di Scientology, da Youth for Human Rights International e dalla Fondazione Times of India, il secondo Summit di Youth for Human Rights International e’ durato tre giorni ed e’ culminato con la celebrazione dell’anniversario del Mahatma Gandhi. I giovani delegati hanno discusso il ruolo vitale dei diritti umani nel creare la pace e un mondo migliore.
“Sono felicissima,” dice Mary Shuttleworth. “A volte un cambiamento significativo della scena globale dei diritti umani sembra impossibile. Ma se esiste una possibilita’ che cio’ possa accadere, inizia da questi giovani.”

Popular posts from this blog

UNITI PER I DIRITTI UMANI

La Chiesa di Scientology finanzia il Progetto Gioventù per i Diritti Umani che ha lo scopo di insegnare ai giovani i diritti umani, in particolare la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo delle Nazioni Unite, e così ispirare bambini e ragazzi a diventare sostenitori della tolleranza e della pace. Gioventù per i Diritti Umani è ora diventato un movimento mondiale, con centinaia di gruppi, club e filiali in tutto il mondo.

I bambini sono il nostro futuro. Hanno bisogno di conoscere i propri diritti umani e sapere di dover assumere la responsabilità di proteggere se stessi e i loro coetanei. Man mano che diventano consapevoli e attivi in questa causa, il messaggio si estende in lungo e in largo ed i diritti umani universali un giorno diventeranno un fatto, non solo un utopia.

Ispirati agli ideali umanitari del fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, i fedeli della Chiesa si impegnano a portare avanti il messaggio per permettere all'umanità di avere un miglioramento e elimina…

UNITED FOR HUMAN RIGHTS 2017 A MILANO

La Chiesa di Scientology ospita le celebrazioni della  Giornata Internazionale dei Diritti Umani10 Dicembre 2017 - Si sono svolte durante il week end le celebrazioni in onore dell’anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umanipresso laChiesa di Scientology a Milano . La Chiesa ha ospitato una mostra sui Diritti Umani e uno Spettacolo di beneficenza della onlusAssociazione per iDiritti Umani e la Tolleranzacon la quale la comunità di Scientology ha presentato i progetti umanitariche insieme finanziano.
Particolarmente toccante il momento in cui è stata annunciata l’ultima scuola aperta l’8 dicembre nella Central Region del Ghana, accompagnata dai festeggiamenti locali organizzati da tutti gli abitanti del villaggio che ha ricevuto in dono la costruzione, che insieme a tutte le autorità presenti hanno conferito speciali riconoscimenti per il lavoro svolto. La scuola è stata costruita ed interamente arredata e corredata e gli insegnanti dell’intera provincia hanno ricevuto …

PORTARE LA DICHIARAZIONE DEI DIRITTI UMANI ALLA COMUNITÀ TIBETANA IN INDIA - TOUR FEBBRAIO 2018

Si è concluso da poco uno speciale Tour sostenuto dalla Chiesa di Scientology, al fianco dell'Associazione per i Diritti Umani e la Tolleranza onlus, che da tempo sono impegnate nel progetto United for Tibetans: un progetto umanitario che porta la conoscenza della Dichiarazione Universale alla Comunità Tibetana esiliata in India. 
Il Tour appena concluso, ha portato il programma educativo  "Che cosa sono i diritti umani?" nelle mani di educatori, studenti, associazioni e religiosi. Con decine di migliaia di opuscoli e centinaia di Guide per l'insegnate tradotti in lingua tibetana consegnati nella zona più a sud dell'India che ospita una vasta Comunità di Tibetani in esilio.



Fin dalle sue prime ricerche sulla mente e sullo spirito umano l’autore, umanitario e Fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, mise l’accento sul fatto che libertà e miglioramento spirituale sono mete irraggiungibili per coloro ai quali vengono negati i diritti umani più fondamentali.

LA PRIN…